Home > Cronologia


Cronologia Fabrianese

a cura di Teseo Tesei

  Fonti 2000 a.c. - 0 0 - 996 d.c. XI secolo XII secolo XIII secolo XIV secolo  
  XV secolo XVI secolo XVII secolo XVIII secolo XIX secolo XX secolo XXI secolo  

 


secolo XIII

g m anno evento fonte
1 1 1200 SECOLO XIII  
    1200 Perugino di Girardo cede a Fabriano il castello di Nebbiano per 1500 libbre di rame P01
    1202 Todino e Tommaso di Alberico Chiavelli vendono al Comune un area in Castello novo comprendente un castellare P11
    1202 Todino ed Alberto Chiavelli combattono i Perugini al fianco di Assisi S02
    1202 Papa Innocenzo III° bandisce la Quarta Crociata con obiettivo la conquista di Bisanzio G04-U02
    1202 Perugia sottomette il comune di Gubbio B02
    1202 Perugia sconfigge Assisi ed i cavalieri fabrianesi suoi alleati a Ponte San Giovanni B02-F01
    1202 Viene nominato il primo Podestà nella persona del fabrianese Carsedonio di Gelfuzio S02-P11
24 4 1203 I figli di Uffreduccio di Gualtiero sottomettono a Fabriano terre ed uomini in Almatano ed Argignano S03-L01-P11
30 4 1203 Rainuzio e Bulgarello di Uffreduccio sottomettono il proprio castello di Argignano e Rocca di Mezzo U01
17 7 1203 I Musulmani prendono Costantinopoli e la incendiano Z01-U02
24 10 1203 Bernardo di Alovisio cede a Fabriano il castello di San Donato  C03-P11
    1203 Battaglia di Collestrada - Perugia sconfigge Assisi e ne imprigiona i cavalieri superstiti fra cui molti fabrianesi U01
    1203 Trattato di pace fra Perugia ed Assisi - tornano i prigionieri fabrianesi (Gentiluccio e Gelfolino di Sasso di Trasmondo) F01
    1205 San Francesco visita Don Ranieri, pievano della chiesa di Santa Maria di Civita A02-G02
25 7 1208 Perugia conquista il castello di Gualdo Tadino B02
    1208 (Circa) Sul luogo dell'omonima cappella (extra moenia) monaci benedettini erigono la chiesa di San Nicolò  R01
  4 1209 San Francesco giunge a Fabriano con frate Eligio e sono ospitati presso l'eremo di Valdisasso  C05-M04-S02
    1209 Fabriano acquista, da Atto di Alberico, terre in Albacina U01
1 7 1209 Fabriano acquista da Manente,Trasmondo e Carsolo di Bernardo, altre terre del castello di San Donato  M02-U01
    1209 San Francesco fonda l'Ordine dei frati Minori U02
    1209 Ventura di Morico di Berga è nominato "Capitaneus universitatis plebeiorum Fabriani" P11
  6 1210 A Collamato viene arsa sul rogo una donna di Esanatoglia con l'accusa di stregoneria C01
22 12 1210 Azzo d'Este assolve i Collamatesi dal reato commesso  per aver bruciato viva la donna di Esanatoglia L01
    1210 Fabriano tenta più volte di conquistare la rocca d'Appennino C05
    1210 I monaci benedettini di San Vittore edificano, in località Borgo nuovo, la chiesa di San Biagio S02-P11
    1210 I rettori del Comune mediano per ospitare i frati di San Francesco nel monastero abbandonato di Val di Sasso  M04
    1210 Il lebbrosario San Lazzaro de clusia, presso ruderi di Tuficum, passa alle dipendenze del Governatore della Marca R01
21 4 1211 Trasmondo di Matteo sottomettono al Comune di Fabriano il castello di Almatano P11
26 4 1211 Appilliaterra di Guarniero degli Attoni cede a Fabriano le ville di San Michele e di Sant'Anna  con 22 uomini M02-L01-G05-P11
9 6 1211 Pietro di Attone e Guido di Rainaldo sottomettono al Comune loro domini ed uomini in Cerreto e suo distretto L01-G05
16 6 1211 Gentile e Guarniero di Franco degli Attoni riconsegnano il castello di Albacina a Fabriano C01-L01-P11
30 9 1211 Oddone Guarini, per 60 libbre lucchesi,  affranca, in S. Maria di Castelvecchio, i vassalli Giovanni e Alberico  S05
6 11 1211 Accordo riguardo ai confini fra il Podestà di Matelica ed il console di Fabriano L01
9 12 1211 Ottone IV conferma al Comune i privilegi goduti al tempo di Federico I ed Enrico IV C03-L01
    1211 Fabriano acquista, da Trasmondo di  Matteo, Almatano e la Rocca di Mezzo (Rocchetta) S02-U01
    1211 Fabriano, assieme a Sassoferrato, acquista le terre di Viacce S03-U01
21 10 1212 Il console fabrianese Todino d'Alberico acquista da Morico, abate di San Vittore alle Chiuse, terre di Pierosara C05-S02-G02-L01
  6 1213 Il Comune di Assisi paga i cavalieri Guelfolino da Fabriano e Todino d'Alberico per l'aiuto dato contro Perugia U01
12 8 1213 Alberico di Morico e Rolando di Villano sottomettono a Fabriano le terre in Cerreto e Albacina ed i relativi sudditi M02-R01-L01-G05
11 9 1213 Uguccione di Raniero cede a Fabriano i castelli di Isola Centipera, Colleponi, Torricella e Murazzano C05-L0-G05-P11
    1213 Il duca di Spoleto cede a Fabriano i castelli di Filello e Collalto C05-M04
7 2 1214 Offreduccio di Gualtiero di Saraceno sottomettono a Fabriano il loro castello di Cacciano S02-G02-L01-P11
26 2 1214 Alleanza stipulata da un console di Fabriano con il Podestà di Camerino C03-L01
22 5 1214 Aldobrandino d'Este conferma al Comune le concessioni godute al tempo del marchese Marcoaldo L01
    1214 Fabriano acquista parte delle terre del  castello di Serradica C05
    1214 Il fabrianese Gentile di Franco del conte Attone viene nominato Podestà P11
2 2 1215 Pezio e Ubaldo di Ugolino concedono al Comune: Isola del Filello, Varano e Pegliole nonché il loro aiuto militare M02-L01-U01-P11
19 3 1215 Il Comune di Assisi paga Alberto di Rinaldo da Fabriano, per se ed altri 31 cavalieri,  per l'aiuto dato contro Perugia U01
    1215 Papa Onorio III° bandisce la Quinta Crociata - obiettivo l'Egitto G04-U02
    1215 San Francesco, giunto a Valdisasso e quindi sale a Santa Maria di Civita dal suo confessore beato Ranieri C05-S02
8 7 1216 Simone II° detto Uguccione, conte della Genga, si assoggetta a Fabriano per 150 libbre di buoni  lucchesi M02-S02-B02-G02
    1216 Nel corso delle lotte con i signori della Rocca di Appennino, Fabriano rade al suolo il castello di Colrotondo P11
    1216 San Domenico Guzman fonda l'ordine dei Padri Predicatori per contrastare gli "spirituali" C04
    1216 Gualtiero Chiavelli di Ruggero edifica la chiesa di Santa Maria Nova (attuale Sant'Agostino) S02-G02-M01
    1217 Capitolo della Porziuncola - il convento fabrianese viene compreso nelle province delle Marche S02
26 1 1218 Il vescovo di Camerino Attone vieta la costruzione di nuove chiese nel territorio della parrocchia di San Nicolò R01
4 10 1218 L'abate di Valdicastro sottomette al Comune propri domini ed uomini in Albacina e Cerreto L01
24 6 1219 San Francesco si imbarca in Ancona per l'Egitto F01
    1219 I monaci di Santa Croce di Tripozzo edificano la cappella di san Nicolò per gli abitanti che sono fuori delle mura M02
13 1 1220 Fabriano acquista, da Attone e Bartolo di Ugolino, il castello di Chiaromonte e lo demolisce inurbando 8 famiglie C05-L01-P11
4 3 1220 Il console fabrianese Girardo concorda  pace fra Offreduccio di Cacciano ed il conte Corrado di Offreduccio B02
6 12 1220 Fabriano acquista per 1500 libbre, da Todino ed Egidio di Enrico, il castello di Nebbiano e lo demolisce C05-L01-P11
    1220 Inurbamento di 22 fuochi da San Donato, 38 da Paganello, 20 dalla Rocca d'Appennino e 25 dall'abbazia d'Appennino P11
    1220 Federico II° è incoronato imperatore da Papa Onorio III° U02
    1220 San Francesco è a Fabriano in zona  Valpovera ospite di Donna Maria, vedova di Alberico di Gentile degli Attoni,   A02-G02-S02-P11
    1220 Gualtiero Chiavelli, con G. Becchetti, sconfigge l'armata imperiale di Marcualdo C05
    1220 Gualtiero Chiavelli edifica, in Castelvecchio, la chiesa di San Giovanni Battista  C05
    1220 Fabriano è in guerra contro Spoleto S02
    1220 La famiglia Federici erige il castello di Coldellanoce S02
6 8 1221 Muore, a 51 anni,  San Domenico Guzman, fondatore dei Padri Predicatori  U02
29 3 1222 Papa Onorio III concede ai Francescani di Fabriano di celebrare i Sacri Riti anche in tempo di generale interdetto  U01
2 5 1222 Fabriano acquista, da Pellegrino di Giraldo, il resto dei castelli di San Donato, Nebbiano,  Avenano, Colle e Chigne S02-L01-G05
    1222 Fabriano acquista le ville di Collestellano e Melano C05
    1223 Papa Onorio III° conferisce la regola ai Minori Francescani U02
30 1 1224 17 fuochi sono trasferiti dalle terre della Rocca d'Appennino aldilà del Poio (Piano) C05-U01
    1224 Grande carestia in tutta l'Europa occidentale L02
    1224 I monaci di Santa Croce acquistano da Dia Maria l'ospedale dei Ponticelli (sulla riva sinistra del fiume Castellano) R01
    1224 Gentiluccio di Sasso di Trasmondo (commilitone di San Francesco) viene eletto console del Comune S02
    1224 Trattato: Fabriano protegge abbazia di Santa Maria d'Appennino da tutti meno che dai Chiavelli C05
    1224 Trasferimento ospedali: di San Lorenzo a Campodiegoli e di San Cristoforo a Civita C05
    1225 Fabriano assoggetta i castelli di Chiaromonte, Almatano, San Donato, Albacina e Cerreto C05
11 1 1226 I Consoli, riuniti i "milites" ed i "pedites", nominano Morico sindaco del Comune L01
27 1 1226 Fabriano paga 1.000 ravennati per danni di guerra a Egidio di Gualtiero di Saraceno, signore della rocca d'Appennino L01-B02-U01
1 2 1226 Egidio e Ugolino di Gualtiero di Saraceno, Trasmondo e Pietro di Simone si inurbano in Fabriano C05-L01-B02-P11
1 2 1226 Fabriano acquista terre dei castelli di Cacciano, Coccore, Marischio, Pegliole, Rucce e Colrotone S03-G05
4 10 1226 All'età di 44 anni, muore in Assisi  San Francesco F01
    1226 Fabriano saccheggia il castello di Colrotone, sito ai piedi del passo di Croce d'Appennino, causando morti e danni C05-S02-U01
    1226 Fabriano sottomette il castello di Cancelli B02
19 3 1227 Ugolino dei conti di Segni viene eletto papa col nome di Gregorio IX° G06
25 10 1227 Offreduccio di Pietro di Rodolfo da Cacciano sottomette a Fabriano il castello di Serradica  M02-B02-S02-U01
    1227 Bernabeo, signore di Precicchie, si fa suddito di Apiro R01
    1227 Il canonico Silvestro Guzzolini fugge da Osimo e si ritira a vita eremitica in una grotta della Gola della Rossa A02
    1227 Il conte Rovellone di Corrado dona a San Silvestro l'eremo di Grottafucile S02
16 7 1228 Papa Gregorio IX° beatifica San Francesco di Assisi F01
    1228 L'imperatore Federico II° guida la Sesta Crociata ed ottiene Gerusalemme U02
    1228 Papa Gregorio IX° invia due religiosi a Grottafucile ad esortare San Silvestro perché accolga discepoli presso di se  P05
    1229 Profughi della città di Sora, distrutta da Federico II°, si rifugiano a Fabriano popolando il borgo di San Niccolò M04
    1230 Papa Gregorio IX° invita i frati Minori di Fabriano ad una vita "secundum Sancta Romana Ecclesia" A02
5 6 1231 San Silvestro riceve in dono da sei cittadini terre in Montefano e vi edifica l'eremo di San  Benedetto presso Fonte Vembrici C05-G02-S02-P05
16 12 1231 Inizia la costruzione della prima cinta muraria con "lapidibus" di Moscano e "mattonibus" di Valle Factara P11
27 3 1232 Filippo,  vescovo di Camerino, fissa i confini della nuova parrocchia di San Biagio S05-S02
7 3 1234 I figli di Donna Maria ed altri cedono un terra in Cantiro (ora Serraloggia) per costruire convento frati Minori  C05-G05-P08-S2
3 7 1234 Papa Gregorio IX° canonizza Domenico di Guzman fondatore dei frati denominati Padri predicatori M01
21 9 1234 Arbitrato con il comune di Nocera su una questione di confini L01
    1234 Il comune di Fabriano (o forse l'imperatore) nomina il suo primo Podestà forestiero, certo Blasio C03
  7 1236 Il Comune di Fabriano cede al monaco Silvestro Guzzolini vari e terre attorno al monastero di  Montefano P11
12 2 1237 Papa Gregorio IX° protegge l'ospedale dei lebbrosi di San Lorenzo L01
    1238 Il beato Ranieri, confessore di San Francesco, diviene frate minore nel convento di Valdisasso S0-G05
  1 1240 L'imperatore Federico II° sosta con la corte e numeroso esercito a Gualdo Tadino B02
19 6 1240 Il notaio Luca Salvi fa un compromesso con il Monastero delle Monache di San Salvatore (sito c/o Porta Pisana) M02
    1240 Il beato Ranieri viene eletto primo superiore del convento di Cantiro U01
    1240 Il francescano fra Bonagiunta da Fabriano viene nominato vescovo di Recanati P08
    1240 (circa) San Silvestro è ospite della famiglia Gilii nella sua casa di via Marimengo (c/o Trattoria Marchigiana) S02
25 6 1243 Il genovese Sinibaldo Fieschi viene eletto papa col nome di Innocenzo IV° G06
  11 1243 Gualtiero Gualtieri vende al Comune la villa di Torricella G05
10 8 1244 San Silvestro riceve in dono dal Comune 4 tavole di terra dentro le mura in località "castellare" (Borgo nuovo) C03-A02-C05-G02
    1244 Il sultano d'Egitto si impadronisce di Gerusalemme U02
    1244 I monaci di Santa Croce costruiscono l'ospedale dei Ponticelli nei pressi di San Nicolò (ponte dell'Aera) C05
    1244 I monaci silvestrini edificano dentro le mura la prima parte del convento di San Benedetto  M02
    1245 Papa Innocenzo IV° bandisce la Settima Crociata con il re di Francia Luigi IX°  U02
12 5 1246 Oratore di Rinaldo tratta la pace fra alcuni nobili ed il comune di Fabriano inserendo il patto in "Statuto Comunis" L01-P05
    1246 Il Comune è governato da un Podestà (del circuito imperiale), dal Consiglio di credenza e dal Consiglio Generale  Q01-P11
    1246 Il Consiglio Generale è composto dai 12 di quello di Credenza, da 12 arti e da 4 Priori (uno per quartiere) Q01
    1247 L'esercito pontificio viene sconfitto presso Osimo; Federico fa impiccare il vescovo Marcellino suo comandante M05
27 6 1248 Papa Innocenzo IV° riconosce lo "Ordo S.Benedicti de Monte Fano" (monaci Silvestrini) G02-P05
10 11 1248 Patto di alleanza con Rocca Contrada L01
    1248 Truppe ghibelline devastano Nocera. I guelfi fuggiti si rifugiano a Gualdo e Sassoferrato B02
    1248 I boni homines cedono al Comune i loro diritti di esazione riconoscendone la sovranità L01
    1248 I signori del castello di Cupo si inurbano in Fabriano S02
4 1 1249 Fabriano acquista da Rinaldo di Riguccio  la villa di Argignano, per 1.000 libbre ravennate M02-G05
10 5 1249 Fabriano concede una tavola di terra a uomini che si inurbano (Campodonico, Salmaregia) B02
    1249 I Comuni di Ancona e Fabriano nominano i loro rappresentanti per stipulare un patto commerciale P11
11 3 1250 Fabriano si costituisce in lega con le guelfe Ancona, Jesi ed Arcevia U03
  10 1250 Quale premio fedeltà, Federico II° conferma  al Comune i patti conclusi col suo vicario Gualtiero de Palearia L01
13 12 1250 L'imperatore Federico II° muore a Lucera: tutte le città tornano in seno alla Chiesa  B02
    1250 I cittadini Pica e Morico riformano gli statuti di Fabriano C05
    1250 Impiccagione dei banditi Benedetto di Attore di Moscano e Bove di Balvano S02
    1250 Il sacerdote Diotaiuti viene bruciato vivo perché "fa carte false"  S02
1 2 1251 Nocera e Gualdo Tadino si sottomettono alla guelfa Perugia B02
9 3 1251 Patto di alleanza con la città di Gubbio S03-L01
19 3 1251 Patto di alleanza con la città di Matelica S03-L01
21 10 1251 Fabriano paga 1.884 libbre quale indennizzo per le devastazioni fatte sul territorio di Sassoferrato L01
    1251 I monaci di Valdicastro cedono per 200 libbre  a Fabriano la terra di Porcarella dove viene edificato un castello C05-R01
    1251 Nasce , in Fabriano, il Beato Francesco Venimbeni C05
6 3 1251 La chiesa di San Venanzio ha giurisdizione su tutti gli uomini di Fabriano che non appartengano alla parrocchia di San Niccolò  R01
    1251 I monaci di San Romualdo di Valdicastro edificano, dentro le mura, il monastero di San Bartolomeo M02
13 3 1252 Fabriano è autorizzato dal Papa a rivalersi sui Gualdesi per le loro scorrerie sul proprio territorio L01
    1253 Il vescovo di Camerino, Guglielmo, fa trasferire il fonte battesimale da Attiggio a San Venanzio P01-P11-R01
    1253 Il pievano di Attiggio fa edificare, in Fabriano, la chiesa di San Giovanni del Cantone (C.so Repubblica) S02
27 12 1254 Franco di Guarniero sottomette a Fabriano il proprio castello di Collamato per 150 libbre ravennate/anconitane  S02-P11
    1254 Fabriano attacca a più riprese il castello di Orsara B02
25 2 1255 Fabriano acquista per 1000 lire  il castello di Orsara da Fuccio e Baliguccio di Morico della famiglia dei Chiavelli C05-S02-G02-L01
22 3 1255 Acquisto del terreno per la costruzione del Palazzo del Podestà (futuro Palazzo Apostolico) C05-L01
11 6 1255 Il Rettore di Spoleto condona a Fabriano tutte le pene e i bandi comminati fino ad allora B02
3 7 1255 Il Comune paga al Legato apostolico 327 libbre ravennate per "tallia militum" L01
24 11 1255 Fabriano si allea con Firenze, Foligno, Gubbio e Jesi M02-L01
    1255 Fabriano libera dalla servitù feudale obbligatoria la gente della valle di Somaregia che gli si è sottomessa B02
    1255 I monaci silvestrini tengono il loro primo Capitolo generale in Grottafucile alla presenza del priore San Silvestro P05
6 1 1256 Il Rettore della Marca autorizza Fabriano e Matelica a recare offesa a Camerino e Roccacontrada  (Arcevia) M02-L01
3 2 1256 Fabriano mette al bando i fratelli Cavalca, signori della rocca di Santa Lucia B02
5 6 1256 Fabriano paga multa di 500 libbre al Rettore di Spoleto  per offese arrecate nella valle di Somaregia B02
9 7 1256 A San Severino, nella chiesa di San Lorenzo, viene ritrovato il corpo di Santa Filomena Chiavelli R01
12 12 1256 Papa Alessandro IV° intima al priore di San Venanzio di "non affliggere i Francescani" A02
    1256 Papa Alessandro IV° , per raggruppare tutti gli eremiti, fonda l'Ordine degli Eremitani Agostiniani U02
    1256 Fabriano tenta invano la conquista della rocca di Santa Lucia C05
    1256 Il clero secolare di Fabriano perseguita i frati Minori di Cantia S03
    1256 Gli Eremitani Agostiniani costruiscono il loro convento accanto alla chiesa di Sant'Agostino M01
4 2 1257 Fabriano acquista, dai vari dòmini, le terre della rocca d'Appennino C05-L01
23 5 1257 I signori di Salmaregia e di Santa .Lucia giurano fedeltà alla guelfa Perugia e si fanno cittadini di Camerino B02
    1257 Perugia è in guerra contro Gubbio per il possesso di Fossato di Vico B02
    1257 Fabriano è in guerra contro Sassoferrato S02
    1258 L'abate di Sant' Angelo "infra Hostia" trasferisce  la chiesa di  Santa Lucia Vetere da Salmaregia al borgo del Piano C05-S02
    1258 Muore, all'età di 72 anni,  Gualtiero Chiavelli di Ruggero e viene sepolto nella chiesa di  Sant'Agostino C05-S02-G02
  7 1259 Quale premio per la sua fedeltà, Manfredi, re di Sicilia, conferma a Fabriano i patti accordati dal padre L01-M05
12 8 1259 Percivalle Doria, assieme ai Matelicesi, espugna la guelfa Camerino per tradimento di Raniero dei Baschi B02
1 9 1260 A Montaperti vengono sconfitti da Manfredi i Guelfi fiorentini ed i loro alleati perugini U02-B2
    1260 Erezione del convento e chiesa di San Girolamo delle Monache delle Povere (attuale Sant' Onofrio o Scala Santa) C05-M02
    1260 L'architetto mastro Tebaldo ingrandisce l'abbazia di Valdicastro e ne costruisce la nuova chiesa a croce latina M02
25 7 1261 Fine dell'Impero Latino d'Oriente - Michele Paleologo conquista Costantinopoli Z01
    1261 Fabriano acquista l'ultima parte della Rocca d'Appennino compresi gli abitanti di monte Maggio e de la Lacula U01
    1261 Il Comune torna a sottomettersi alla Chiesa; Urbano IV concede a Fabriano potere di "mero e misto imperio" M02-M05
  1 1262 Gli esuli camerti sottraggono ai Matelicesi il castello di Pioraco e vi si installano B02
    1262 Viene riedificata la chiesa di San Romualdo in Valdicastro S02
    1263 Nel convento di San Francesco viene celebrato il capitolo provinciale dei francescani C13
    1264 Fra Bonagiunta da Fabriano è nominato vescovo di Jesi P08
    1264 Ampliamenti dell'abbazia di Santa Maria d'Appennino C05
  2 1265 Papa Clemente VI°, Gui Foulques, eletto a Perugia, vi dimora per un anno M05
21 4 1265 Il Rettore della Marca di Ancona assolve Fabriano dalla pena  per la passata adesione a re Manfredi L01
    1265 Il cardinale Simone di san Martino concede a Fabriano la facoltà di eleggere il proprio Podestà P11
    1266 Un modesto terremoto fa crollare la modesta costruzione della chiesa di San Nicolò e l'annessa abitazione dei monaci R01
    1266 Fabriano acquista da Egidio e Ugolino la rocca d'Appennino S02
    1266 Trasferimento convento Frati Minori da Cantiro (ex villa Andreoli), presso Porta Cervara (ora Banca Popolare) C05-U01-P11
  1 1267 Fabriano e Nocera tentano di occupare la guelfa Gualdo Tadino B02
9 3 1267 Il Comune paga al Legato apostolico 300 libbre ravennate per "tallia militum" (25 uomini) L01
26 11 1267 Nell'eremo di Monte Fano, all'età di 90 anni (circa), muore San Silvestro S03-P05
    1267 A Firenze il partito guelfo si riorganizza ed espelle i ghibellini L02
    1267 Fabriano aggredisce la guelfa Gualdo Tadino B02
5 9 1268 Il Beato Ranieri, confessore di San Francesco, muore nel convento di Cantia di cui è primo padre guardiano S02
13 10 1268 Inizio annosa controversia (sfociata in scomunica)  fra Guido,  vescovo di Camerino,  e Giuseppe, priore dei silvestrini P05
29 11 1268 Trattato di commercio con la città di Ancona S03-L01
    1268 A soli 16 anni Francesco Venimbeni (futuro beato) entra nell'ordine francescano U01
    1268 I primi mulini per carta europei compaiono a Fabriano L02
    1268 Cartai di Fabriano forniscono carta bambagina alla cancelleria comunale di Matelica  P11
    1269 Per sfuggire agli oltraggi dei malfattori i frati francescani di Cantia si rifugiano presso Porta Cervara M02-G05
    1269 Il mercante anconetano Paolo Cavallo viene derubato lungo la strada sottostante la Rocca d'Appennino P11
5 8 1270 I monaci silvestrini Giacomo e Benincasa sovrintendono, per conto del Comune, alla costruzione delle mura cittadine P05
    1270 Luigi IX° , re di Francia, guida l'Ottava Crociata - obiettivo l'Egitto G04-U02
    1270 Perugia muove guerra a Fabriano  C05
28 2 1271 Acquisizione del  castello di Somaregia - I Signori si inurbano nel rione Piano C05-L01-B02
1 9 1271 Dopo tre anni di conclave, a Viterbo, viene eletto papa Tebaldo Visconti col nome di Gregorio X° G06
    1271 Nona Crociata  guidata da re Edoardo d'Inghilterra U02
    1272 Gentile da Varano diviene signore di Camerino U02
    1272 Consolidamento della rocca d'Appennino C05
13 7 1273 Le monache benedettine prendono alloggio nel monastero di santa Margherita (Poio) M02
    1273 I monaci domenicani costruiscono un "locus" nel borgo del Piano e si alleano al clero secolare A02
    1273 Per lascito testamentario di Bonaccorso di Pietro, viene edificata la chiesa di San Giacomo Minore S03-S02
17 7 1274 Il II° Concilio di Lione vieta la creazione di ordini mendicanti che non siano quelli dei Domenicani o dei frati minori P05
    1274 Ampliamenti dell'abbazia di Santa Maria d'Appennino C05
13 6 1275 Il Comune acquista da Fidesmido terre, case e  molini a Ponte del Gualdo e li dà in usufrutto ai monaci silvestrini P05
13 10 1275 Il Comune paga al Legato apostolico 150 libbre ravennate per un mese di  "tallia militum" L01
    1275 I monaci silvestrini costruiscono, dentro le mura, la chiesa di San  Benedetto C05-M02
7 8 1276 Benentessa di Morico dona ai monaci Silvestrini una cartiera in località Ponte del Gualdo (dinanzi al molino Tisi) A03-P01
20 3 1277 Il Comune paga al Legato apostolico 150 libbre ravennate per 'tallia militum' L01
    1277 Sotto la Sede vacante, Cagli viene distrutta dalla faida fra le fazioni contrapposte dei Berardi e dei Siccardi M06
22 5 1278 Il Rettore della Marca contesta libera elezione del Podestà confermata invece dal Camerario papale L01
30 9 1278 I Priori delle Arti nominano Orso Orsini Podestà di Fabriano per l'anno successivo L01-P11
31 10 1278 Il Comune paga al Legato apostolico 150 libbre ravennate per "tallia militum" L01
22 11 1278 Temperanza di Albertuccio, con rogito del notaio Berretta,  dona ai monaci Silvestrini una cartiera A03-P01
22 11 1278 Tommaso e Bertoldo cedono a Fabriano la villa del Cupo (Cupovecchio) S03
    1278 Milizie di Perugia devastano il territorio fabrianese contendendo il possesso della Rocca di Appennino U01
    1278 Nel comune di Fabriano risultano esistere 11 Arti dirette da Capitani o Consoli M02-L01
30 4 1279 Terremoto demolisce il monastero benedettino di San Nicolò (gravissimi danni da Camerino a Serra San Quirico) G02-B02-S08-G10
5 8 1279 Il Comune paga al Legato apostolico 150 libbre ravennate per "tallia militum" L01
    1279 Fidismidi Tomaso di Fidismido, capo della parte guelfa, è Podestà in Roccacontrada  
11 3 1280 Il Comune paga al Legato apostolico 225 libbre ravennate per "tallia militum" L01
21 7 1280 Il Comune paga al Legato apostolico 200 libbre ravennate per custodia Fossombrone (100 milites x 1 mese) L01
    1280 Alberghetto I° Chiavelli di Gualtiero, console di Fabriano, fa costruire la prima cinta muraria R01
    1280 Fabriano è in guerra contro Fano e Senigallia M02
24 3 1281 Il Comune paga al Legato apostolico 300 libbre ravennate per custodia Fano L01
8 7 1281 Il Comune paga al Legato apostolico 300 libbre ravennate per "tallia militum" L01
15 12 1281 Il Comune paga al Legato apostolico 300 libbre ravennate per "tallia militum" L01
    1281 Seguaci dei Chiavelli, in un tumulto, uccidono Manente di Pietro seguace della famiglia di Villanuccio B02
    1282 Con l'intervento del pubblico erario viene iniziata la costruzione del nuovo convento di San Francesco dentro le mura C13
2 1 1282 Il Comune è condannato a pagare 2.000 marche d'argento per non aver bandito dalla città esponenti dei Chiavelli B02-P11
20 2 1282 Il Comune paga al Legato apostolico 225 libbre ravennate per "tallia militum" L01
  3 1282 Le chiese di san Nicolò e san Biagio accusano gli Agostiniani di indurre i loro parrocchiani a farsi seppellire in S. Maria Nova R01
30 3 1282 Terremoto - forte scossa - le chiese di San Biagio e San  Nicolò sono, in buona parte, distrutte R01
  4 1282 I ghibellini Nicoluccio, Avaltrune e Filippuccio Baligani prendono il potere a Jesi U03
2 6 1282 Fabriano è multato per 860 libbre per non aver partecipato alla spedizione contro "Esinos rebelles romane Ecclesie" L01-P11
15 7 1282 I guelfi Rinaldo, Guglielmo e Mercenario Simonetti cacciano da Jesi la fazione ghibellina dei Baligani  U03
  4 1283 Il Podestà Marzucco degli Scornigiani di Pisa erige la Porta Pisana in sostituzione della vecchia Porta Saracena C05-S05
23 8 1283 Perone di Morico affitta al pittore Viviano tre locali in Burgo Sancti Niccolai per 100 soldi ravennati l'anno M01
30 3 1284 Terremoto "spaventevole" C05-M02
  10 1285 Erezione della fontana "Sturinalto" ad opera del perugino Jacobo di Grondolo in luogo della preesistente fontana G02-P11
    1285 Giovanni Malatesta diviene signore di Pesaro U02
    1286 Sul sigillo del Comune appare l'immagine del fabbro nella sua fucina P04
23 1 1287 Morico di Bulgaruccio, sindaco del Comune, porta documenti comunali dentro un sacco al Rettore della Marca  P11
3 5 1287 L'abate di Sant'Angelo "infra ostia" pone la prima pietra della originaria chiesa di San Benedetto in Fabriano P05
    1287 In Attiggio viene riconsacrata la chiesa di San  Giovanni Battista da tempo abbandonata P01
    1287 Il magister toscano Mainetto insegna ai pueri fabrianesi "arte gramatice et dictaminis" per 8 lire l'anno P11
    1287 I capitani dell'arte dei calzolai istituiscono un corpo armato di 400 uomini da porre al servizio del Podestà P11
  2 1287 Per frenare l'insorgere di risse il Podestà e quattro sapiens vietano di portare armi in Piazza Alta e Piazza Bassa  P11
  3 1288 Al "tribium hospitalis" sulla strada per l'Umbria, Il Comune fa erigere l'ospedale di San Lorenzo P11
    1288 A Piazza Bassa il Comune fa costruire un loggiato per i merciai P11
    1288 Il Comune fa fondere una campana di 800 libbre per convocare a consiglio i cittadini L01
    1288 Il Comune incarica il notaio Rizzardello di raccogliere nel liber iurium (libro rosso) i principali documenti comunali L01-P11
    1288 Papa Niccolò IV° concede sconti di pena a tutti i fabrianesi,  meno a chi ha invaso Senigallia L01
  12 1288 A Cerreto il guelfo Villanuccio di Ugone uccide, in agguato, il ghibellino Gentilone di Toso Chiavelli S02-P11
    1288 Un famulo di Zelino di Toso Chiavelli uccide Pietro di Cerreto della fazione di Villanuccio di Ugone P11
    1288 Il comune di Fabriano paga al Governatore della Marca un "affictus" ordinario di £. 60 ed al Duca di Spoleto di £. 20 P11
    1288 Fidismidi Tomaso di Fidismido conduce la parte guelfa che vuole contrastare l'ascesa al potere dei Chiavelli S02
18 1 1289 Il Comune affida a 4 sapienti lo studio di fattibilità di un lago artificiale sulla Gola di Frasassi L01
24 1 1289 Il Rettore pontificio Giovanni Colonna perdona definitivamente i Chiavelli per l'omicidio commesso B02
9 3 1289 Il vescovo di Camerino, Rambotto, fa trasferire il fonte battesimale dalla chiesa di Santa Maria di Civita a San Nicolò C05-R01-P11
15 6 1289 I Guelfi fiorentini, con i loro alleati perugini, sconfiggono i ghibellini Aretini a Campaldino U02-B02
    1289 Il Comune fa costruire a Piazza Bassa un porticato ad uso dei mercanti con 53 colonne L01
    1289 Fabriano è in guerra contro Gualdo Tadino e Sassoferrato per motivi di confine - Viene ucciso un pastore S02-B02
    1289 Viene edificata la chiesa di Santa Maria del Mercato (tra il Corso e Piazza Bassa) S02-P11
    1289 Viene fondata la Confraternita di Santa Maria del Mercato dedita all'assistenza ospedaliera M01
    1289 Fabriano costruisce, in disobbedienza della Chiesa, il castello di Belvedere pagando una multa di 150 fiorini d'oro C05-B02-P11
    1289 Fabriano, versando al Tesoriere della Marca lire 1.800,  ottienene il condono di tutti i processi pendenti  P11
  12 1289 Il Podestà Ubaldo degli Antelminelli condanna due uomini di Argignano per l'uccisione del notaio Morico P11
14 3 1290 Muore, nel monastero di San Benedetto 'de castellare', il Beato Giovanni dal Bastone (Giovanni Bottegoni da Paterno) S03-G02-S02
    1290 Papa Nicolò IV° invia i Provinciali Domenicano e Francescano a raccogliere fondi per la Crociata P05
    1290 Pica di Morico, della famiglia dei Chiavelli, è primo castellano della Rocca di'Appennino P11
2 1 1291 Meruzio di Monalduccio di Salmaregia si inurba a Fabriano B02
    1291 Caduta di Acri - Fine degli Stati Latini d'Oriente U02
27 3 1292 Il Comune ampliando Piazza Bassa abbatte case dei monaci di San Benedetto che ottengono il risarcimento B02-P11
4 5 1293 Fabriano viene condannato a rimborsare ai monaci silvestrini 600 libbre e 25 fiorini per loro case abbattute in Piazza Bassa B02-P05
    1293 Il Podestà viene eletto mediante "imbussolamento" Q01
    1293 Fra Tommasuccio da Fabriano acquista numerosi libri per la biblioteca del convento di San Francesco P08
    1293 Matelica assolda truppe mercenarie per fare guerra a Camerino B02
    1293 Fabriano sottomette Colcello C05
    1293 Stelluto di Tinto, Giacomo di Diotisalvi e Buongiovanni di Filippo riformano gli Statuti di Fabriano C05-S02
    1293 L'esercito è composto da 100 armati per quartiere convocati all'occorrenza da un baiulo o dalla campana P11
  12 1293 Con la riforma "De forma electionis potestatis" la durata della carica di Podestà diviene semestrale P11
5 7 1294 Dopo 27 mesi di conclave, l'eremita Pietro da Morrone viene eletto papa col nome di Celestino V° G06-B02
9 12 1294 Traslazione della Santa Casa di Loreto B02
13 12 1294 Papa Celestino V° abdica dopo cinque mesi di pontificato G06
24 12 1294 Con un conclave di un solo giorno viene eletto papa Benedetto Caetani col nome di Bonifacio VIII° G06
    1294 Inizio costruzione del convento francescano di San Francesco alle Logge ad opera del Beato Francesco Venimbeni C05-P04-G05
    1294 Nell'abbazia di Santa Maria d'Appennino  ci sono 12 monaci C05
  6 1294 Il giudice Rolando di Bagnoregio condanna il nobile Bertoldo di Rinaldo reo di essersi appropriato di beni pubblici P11
    1294 Nel Comune di Fabriano sono rappresentate 14 Arti L01
    1294 Fabriano, versando al Tesoriere della Marca lire 4.000,  ottienene il condono di tutti i processi pendenti  P11
    1295 Fabriano completa l'acquisto della rocca di Viacce (rocca Viatii) C05-P01-S02
    1295 Chiavellino di Toso Chiavelli ed altri edificano una chiusa sul fiume Castellano nei pressi di Cancelli P11
    1297 Il Comune acquista 11 fucine e le dispone accanto alle altre 27 site a Piazza Bassa sulla riva destra del Giano L01-S02
    1297 L'ordine Domenicano si stabilisce in Fabriano su terreno donato dal comune S02
14 7 1298 L'abate di San Vittore delle Chiuse vende a Fabriano il castello di Pierosara per mille libbre ravennati anconitane S05-U01-P11
    1298 Fabriano, versando al Tesoriere della Marca 100 fiorini d'oro,  ottienene il condono di tutti i processi pendenti  P11
    1298 Gli abitanti di Elcito si ribellano all'abate di Santa Maria in Valfucina cacciandolo dal castello A06

 

<<< periodo precedente

periodo successivo >>>


- © 2004 Fabriano Storica ® -