Home > Castelli e Fortificazioni > Nebbiano

info@fabrianostorica.it


Il castello di Nebbiano

 

di Federico Uncini

 

 

Fu villa rurale romana appartenente all'agro Sentinate, come lascia supporre la scrittura di  una lapide ritrovata nei pressi della chiesa parrocchiale di S.Venanzo, dove nominato un alto personaggio di Sentinum, il console Gaio Memmio Ceciliano Placido. Divenne castello medievale, posto a guardia delle valli  del Giano e del  Putido ai confini del gastaldato di Pierosara nella diocesi di Camerino

Situato nell'attuale contrada chiamata "Castelvecchio", fu assoggettato al comune di Fabriano nel 1220 e da questi distrutto.

 I suoi possedimenti erano compresi in parte tra i seguenti toponimi citati da una carta del 1230: "via que vadit versus S.Silvestri...carbonarium, viam cansatoria...., coccoroccum, S.Silvestri prime terminum...." .

A Fabriano  furono riconosciuti i possedimenti dei castelli di Rovellone, Castelletta, Grotte, Avvoltore e Precicchie.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nebbiano


- 2005 Fabriano Storica -